La nostra Storia

Sicurezza europea, sviluppo, migrazioni, agenda europea: negli anni il CeSPI ha saputo anticipare temi divenuti centrali nelle relazioni internazionali, sempre puntando a contribuire al dibattito pubblico sulla politica estera italiana.

1978_berlinguer.jpg

1978

Fondazione del CeSPI - Centro Studi di Politica Internazionale

Nasce il CeSPI, per volontà di Enrico Berlinguer, con la missione di contribuire al rinnovamento della cultura e della visione internazionale del Partito Comunista Italiano, con un focus specifico sui temi della sicurezza europea.

logo_cespi_1985.jpg

1985

Il CeSPI diventa Associazione indipendente e non profit

Su impulso di varie personalità della politica e della cultura (tra cui il Presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano), il CeSPI diventa Associazione indipendente e senza fini di lucro, entrando anche per la prima volta nella tabella degli Enti internazionalisti riconosciuti dal Ministero degli Esteri. Il focus della ricerca si amplia includendo i temi dello sviluppo.

1993_castelgandolfo.jpg

1993

1° Castelgandolfo Colloquium on Transatlantic Affairs

Inizia la serie dei "Colloquia" che in dieci edizioni, fino al 2004, hano costituito la sede di confronto - sia pubblico, sia riservato - tra eminenti studiosi e politici europei e americani sui nodi strategici dell’agenda transatlantica

 

Logo_Cespi_2000.jpg

2000

1° Foro Italia-America Latina sulle PMI

Il Foro si è sviluppato in due edizioni, la prima a Verona nel 2000, la seconda a Guadalajara in Messico nel 2002, ed hanno rappresentato un'opportunità per lo scambio di buone pratiche tra Italia e America Latina sui temi della promozione delle Piccole e Medie Imprese.

OIFM_logo_2004.jpg

2004

Migranti e inclusione finanziaria

Inizia la collaborazione tra il CeSPI e l'ABI (Associazione Bancaria Italiana) sui temi dell’inclusione finanziaria dei migranti, condizione necessaria per favorirne l’integrazione sociale e lavorativa. Le ricerche analizzano sia l'offerta, sia la domanda di servizi e prodotti finanziari da parte dei migranti.
Da questa attività nasce, nel 2012, l'Osservatorio sull'Inclusione Finanziaria dei Migranti in Italia, prodotto dalla collaborazione tra Ministero dell’Interno e ABI e realizzato dal CeSPI grazie a finanziamenti dell’UE. L’Osservatorio è uno strumento di analisi e monitoraggio costante e organico del fenomeno dell’inclusione finanziaria dei migranti in Italia, ed è tuttora in corso.

Europa_2005.jpg

2005

Rapporto sull'integrazione europea

Inizia la pubblicazione dei "Rapporti annuali sull’integrazione europea", curati dal CeSPI e dalla Fondazione Istituto Gramsci fino al 2011. I Rapporti raccolgono le riflessioni dei due Centri sui capitoli del processo di integrazione: istituzioni e soggetti politici, economia, allargamento, lo spazio di libertà, sicurezza e giustizia, la politica estera e di sicurezza e l’azione esterna dell’UE.

ricerca_cespi_sid_2006.png

2006

Migrazioni e sviluppo. Sfide e opportunità per le relazioni euro-africane

Conferenza internazionale organizzata da CeSPI e SID, sotto l’Alto patrocinio del Presidente della Repubblica, in collaborazione con il Ministero degli Esteri e la Cooperazione italiana. All’evento, che conclude un progetto di ricerca CeSPI-SID, partecipano esperti ed esponenti politici italiani ed africani.

Unicri_2008.jpg

2008

Operare nelle crisi. La cooperazione multilaterale nelle crisi internazionali

Inizia il progetto CeSPI-UNICRI volto a monitorarel’evoluzione di quattro crisi internazionali – Afghanistan, Darfur, Libano e Somalia – in cui anche l’Italia è impegnata. Il progetto analizza inoltre le iniziative di peacekeeping e ricostruzione messe in campo dalla comunità internazionale valutandone l’efficacia. Il monitoraggio è affidato al Crisis Monitoring Group (CMG), panel di esperti e ricercatori, italiani e internazionali.

Logo_opi_2008.jpg

2008

Osservatorio di Politica Internazionale

Il CeSPI, insieme con altri primari thnk-tank italiani quali IAI, ISPI e CESI, viene selezionato dalla Camera dei Deputati, dal Senato e dal Ministero degli Affari Esteri per la fornitura di consulenza qualificata sui principali eventi e tendenze degli scenari internazionali e sulletematiche di interesse per la politica estera dell’Italia. Negli anni, la consulenza del CeSPI si è concentrata sui temi delle migrazioni - attraverso la pubblicazione di un Focus trimestrale - e sui temi dello sviluppo e del cambiamento climatico.

africa_climate_change_2009_3.jpg

2009

Cambiamenti climatici e migrazioni in Africa. Dialogo per una cooperazione strategica italo-africana

Conferenza internazionale organizzata dal CeSPI e dal Ministero degli Affari Esteri nell’ambito della Presidenza italiana del G8, a conclusione di un progetto di ricerca. L’evento affronta il nesso tra vulnerabilità ambientali, migrazioni, pace e stabilità, e le implicazioni dei cambiamenti climatici per la mobilità umana in Africa.

Mandaisoldiacasa_2011.png

2011

mandasoldiacasa.it

Avvio del sito che rileva, analizza e pubblica i dati relativi ai costi d’invio delle rimesse riferito a 14 corridoi. Il sito web, certificato da Banca Mondiale e promosso dalla Cooperazione italiana con il sostegno di Banca d’Italia, si propone di contribuire al raggiungimento dell’obiettivo 5*5 dell’Agenda G20: ridurre il costo delle rimesse al 5% in 5 anni. Il sito facilita le rimesse dei migranti ai paesi d’origine, fattore cruciale di sviluppo, accrescendone la trasparenza delle transazioni.

Diaspora_2015.jpg

2015

Italia-Africa, il ruolo della Diaspora

Convegno Internazionale organizzato assieme al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale nel quadro della Conferenza Africa-Italia, volto a favorire la partecipazione della diaspora africana per valorizzarne il contributo di riflessione e proposte. L'evento ha coinvolto esponenti della diaspora in un percorso di analisi e confronto sui rapporti dell’Italia con il continente africano in diversi ambiti: economia, cooperazione, gestione dei flussi migratori, rapporti politici.