Categoria: 
Brief e Analisi

How to build a viable road to Eu membership

18 Dicembre 2023

Sin dall'inizio, con l'Accordo di stabilizzazione e associazione del 2005, il percorso della Bosnia-Erzegovina verso l'UE è stato inficiato dalla mancata volontà del Paese di raccogliere il consenso politico necessario per adottare le riforme necessarie a migliorare la sua funzionalità, il suo Stato di diritto e il suo standard democratico.
Questa caratteristica si è dimostrata valida per tutto il percorso della BiH nell'UE. I limiti della condizionalità sono stati superati dalle diverse decisioni di Bruxelles e degli Stati membri di abbassare l'asticella e permettere a Sarajevo di andare oltre. La decisione del 2022 della Commissione e del Consiglio di concedere alla BiH lo status di candidato deriva da considerazioni quasi puramente geopolitiche, piuttosto che dallo sforzo di riforma delle istituzioni bosniache. Lo stesso accadrà molto probabilmente quando, nel marzo 2024, la Commissione potrebbe raccomandare al Consiglio l'apertura dei negoziati di adesione.